Artista:
Genere:
Date:
Titolo / Artista
 Genere 
Date / fonte
Date: 2017.10.19
 Artista 
Artista:   X Japan   Yoshiki   hide   SUGIZO  
fonte:  Nippon Project
Sono passati pochi giorni da quando si è tenuta a Firenze la prima del film We are X, alla quale ha presenziato nientedimeno che il nostro caro Yoshiki.
Motivi di salute e di lavoro purtroppo non mi hanno permesso di essere presente, e a Nippon Project siamo anche venuti a sapere troppo tardi che il maestro era in visita anche a Roma per un giro di interviste-lampo. Pazienza, direte voi...e così alla fine mi ero imposto di pensarla anche io. "Pazienza" - mi dicevo - "non mancheranno occasioni; l'importante è che sia stato qui e che qualche rivista di spicco lo abbia intervistato, in modo da farlo conoscere anche al mainstream italiano, dopotutto noi siamo settoriali e seguiti da una nicchia".
Ma poi ho letto i vari articoli.

Non sto qui a citare le fonti, per non incappare in denunce e/o querele; ma da quel che ho letto c'è stato tanto pressappochismo. E la cosa non fa bene né agli X Japan, né ai fan...né tantomeno a chi non li conosce e vuole farsi un' idea.

Compito del buon giornalista è raccontare storie precise, vere. L' impressione che ho avuto io è stata molto negativa. Come se avessero colto l' occasione di avere la rockstar giapponese per fare un po' di notizia, senza curarsi di niente. Non solo dei particolari, ma proprio di niente.

Così ho deciso di fare un po' di chiarezza sugli X Japan. Non solo per voi lettori di Nippon Project, che già conoscete l' argomento (e siete arrabbiati quanto me), ma per tutti. Spero che questo articolo possa fare davvero il giro d' Italia e arrivare anche a quei lettori occasionali che non hanno mai avuto occasione di approfondire l' argomento.

IL GENERE
Qualcuno li ha definiti heavy-symphonic-glam-power-gothic-metal (so' dù etti e passa, che faccio lascio signò?), c'è chi parla di semplice rock, i più "ricercati" dicono addirittura J-Rock (il ché non è sbagliato, visto che J-Rock indica il rock di stampo giapponese). Sono in pochi ad aver azzeccato il termine giusto: Visual-Kei.
Attenzione però: Kei è scritto con la i, non con la y. Non fanno "Chiave Visiva", Visual-Kei significa "Modo (di fare) Visivo". È la musica di influenza prettamente rock che accosta al sound un look particolare. Look che varia, a seconda delle influenze maggiori della band, dal glam al punk, dall' hair metal al gotico.

Il trucco pesante sui volti dei musicisti richiama il teatro kabuki, che è presente anche nel loro modo di muoversi sul palco, danzando soavemente su ritmi graffianti. Tra i musicisti dello stile Visual-Kei è caratteristica una certa androginia: in alcuni casi si fatica a capire se una persona sia uomo o donna.

Lo stile degli X Japan è mutato negli anni. All' inizio si presentano come una band heavy metal, con un tocco di hard rock e un pizzico di prog vecchio stile, poi, nel periodo fine 80/inizio 90 (dal disco "Jealousy") si presentarono come una band dal sound power e da un look misto glam/punk, con trucchi pesanti in faccia e creste che sfidavano la legge di gravità. Il loro sound era molto grezzo e prepotente, come quelli delle band hair-metal più in voga in quegli anni (i mitici '80). Tra le influenze della band si sentivano molto i KISS, i Mothley Crüe, i Guns 'n Roses e tutto quel filone.

David Bowie sicuramente è stato un' influenza nel look (e forse un po' anche nella musica) di uno dei membri in particolare: il chitarrista hide, al secolo Hideto Matsumoto. In molte occasioni si vede che il chitarrista ha un occhio di riguardo verso i colori, le acconciature, i glitter, ma anche verso il sound del Duca Bianco. Ma ciò non è da confondere con lo stile musicale degli X Japan. Quelli che ispirarono la propria band al genere di Bowie furono i Japan, ma è tutta un' altra storia.

LA FORMAZIONE
Gli X Japan nascono come X all' inizio degli anni '80. Come tutte le band emergenti, impiegano diversi anni a trovare una formazione definitiva e una dimensione ideale per la loro musica.
Vedono la luce nel mercato indie con il primo disco, Vanishing Vision nel 1988, con la loro prima formazione ufficiale (a 5 membri, come anche tutte le formazioni successive), che vedeva:

Voce: TOSHI (Toshimitsu Deyama)
Chitarra: PATA (Tomoaki Ishizuka)
Chitarra: HIDE (Hideto Matsumoto)
Basso:TAIJI (Taijiro Sawada)
Batteria: YOSHIKI (Yoshiki Hayashi)

Nel 1992, Taiji viene allontanato dal gruppo a seguito di varie discussioni avute con Yoshiki, venendo poi sostituito da HEATH (Hiroshi Morie). Più o meno nello stesso periodo la band cambia nome in X Japan, a causa dell' omonimia con una band americana, anch' essa chiamata X.
Nel 1997 Toshi annuncia di voler lasciare la band per intraprendere una carriera solista all' insegna della musica New-Age (argomento che approfondiremo in seguito, nella recensione di We are X) e Yoshiki, che vede separarsi dal suo migliore amico, nonché membro fondatore assieme a lui della band, decide di chiudere i battenti. Il 31 dicembre 1997, in conclusione del Dahlia Tour Final, gli X Japan suonano al Tokyo Dome per l'ultima volta, con il famoso The Last Live.

Nel 1998, Yoshiki e hide progettavano una reunion della band, progetto troncato improvvisamente a causa dell' improvvisa morte di quest' ultimo (di cui parleremo più avanti).

Nel 2007, in occasione dell' uscita nelle sale di tutto il mondo del film SAW IV, Yoshiki viene incaricato di scrivere la colonna sonora. Per farlo, utilizza dei take di chitarra scritti e pre-registrati da hide poco prima dello scioglimento della band. Questa canzone sarà la scintilla per un nuovo futuro. Gli X Japan si riuniscono ufficialmente e I.V. sarà la canzone del loro nuovo debutto.

Nel video compaiono tutti i membri, tranne hide, che appare solo come guest star su degli appositi maxischermi, mentre una delle sue chitarre è ferma sul palco, poggiata su uno stand. Nel 2008 tengono un concerto per la reunion in cui appare, sotto forma di ologramma, hide mentre suona Art of Life.
Al concerto, come chitarrista di supporto (che suona appunto le parti di hide) viene chiamato, direttamente dai LUNA SEA, Sugizo (Yune Sugihara), grazie anche alla grande amicizia con hide che lo legava da sempre indirettamente agli X Japan.

Sugizo viene poi scelto per diventare il sesto membro effettivo degli X Japan.
Avete letto bene: sesto membro, perché hide rimarrà per sempre il primo chitarrista degli X Japan.
A seguito della morte di Taiji, avvenuta nel 2011, il suo nome ricomincia ad apparire durante i concerti, ma solo come tributo. Questo forse perché lo stesso bassista non faceva più parte del progetto dal '92, mentre hide è rimasto dentro fino alla fine.

Quindi, si può dire che oggi gli X Japan sono composti da:

Voce: Toshi
Chitarra: Pata
Chitarra: hide
Chitarra: SUGIZO
Basso:HEATH
Batteria: YOSHIKI
Menzione speciale: Taiji

LA MORTE DI HIDE
Nei vari articoli si è parlato molto vagamente di questo spiacevole accaduto.
C'è chi dice che forse è stato un suicidio, c'è chi parla di incidente, ma nessuno ha fatto il punto sulla situazione.

Hideto Matsumoto è stato trovato morto la mattina del 2 maggio 1998, dalla sua compagna Emi Takahashi nel suo appartamento nel quartiere di Minami-Azabu, a Minato, Tokyo. La polizia ha archiviato il caso come suicidio e la cosa ha causato un isterismo di massa tra i teenager giapponesi, molti dei quali si sono auto inflitti ferite e due si sono suicidati, per la disperazione.

Tuttavia, l' ipotesi di suicidio risulta fallace, in quanto non è stata trovata nessuna lettera di addio, o altro tipo di spiegazione che riportasse al gesto. Nella sua autobiografia, Taiji spiega invece che un' abitudine di hide, come di molti chitarristi e bassisti (e anche sua), era quella di farsi il massaggio alla nuca, per via dei problemi alle vertebre causati dal peso della chitarra. Tale massaggio implicava, a volte, il legare un asciugamano ad un supporto e appoggiarvi la testa rilassando il corpo, in modo da distendere le vertebre. E hide è stato trovato proprio così: appeso dal collo ad un asciugamano alla maniglia della porta del bagno, esanime (anche se molti giornali dell'epoca riportarono la dicitura "in fin di vita"). Questa tesi è appoggiata anche da Yoshiki, che per i suoi problemi alle vertebre ha adottato negli anni la stessa abitudine.

Pensiero comune è quindi che si sia trattato di un incidente, supportato dal fatto che hide quella sera era molto ubriaco e quindi non era lucido quando si è appoggiato, finendo per addormentarsi di peso sull'asciugamano, che lo ha stretto al collo, strozzandolo. E a me viene anche da pensare che, se fosse stato un suicidio, non si sarebbe appeso dalla maniglia di una porta, ma avrebbe scelto un posto più alto, in modo da non trovare l'appoggio del pavimento...o no?

Spero di non essermi dilungato troppo, ma volevo solo cercare di essere il più preciso possibile. Spero di non aver dimenticato niente di rilevante e spero che questo articolo possa descrivere meglio chi siano gli X Japan, e perché tanti di noi li vorrebbero vedere in concerto in Italia
autore: Roberto
delicious Facebook digg twitter linkedin myspace
tell your friends:
Artista:   BRIDEAR  
fonte:  JRock News
La chitarrista Misa ha sorpreso tutti fan delle BRIDEAR oggi con un improvviso annuncio di separazione dalla band!

La comunicazione arriva soltanto un giorno dopo l’inizio del terzo tour europeo della band. Nella sua lettera, Misa spiega ampiamente che, nonostante gli sforzi fatti per andare d'accordo con le altre, hanno idee ed opinioni troppo differenti per poter ancora ricoprire il ruolo di chitarrista nelle BRIDEAR. Lascerà ufficialmente la band il 27 ottobre dopo un concerto finale a Tokyo. 
Misa ha lasciato un messaggio scritto in inglese sul suo account Twitter spiegando in dettaglio la sua decisone (vedi foto a destra)

Misa componeva gran parte delle linee di chitarra ed era la “voce dura” della band, sarà interessante vedere come cambierà il suono delle BRIDEAR, anche perché non è stato ancora comunicato se la band cercherà o meno una nuova (o un nuovo, perché no?) chitarrista.

Non ci sono però solo brutte notizie per i fan, Misa ha promesso che tornerà presto con musica tutta nuova! Quindi non ci resta che aspettare notizie di nuove band o nuovi progetti.
autore: Rita
delicious Facebook digg twitter linkedin myspace
tell your friends:
Artista:   X Japan   Yoshiki  
La presentazione europea di We are X farà tappa anche a Firenze. È stato annunciato da poco dal team degli X Japan sulla pagina facebook.

Ospite d\'eccezione a tutte le presentazioni: Yoshiki
autore: Roberto
delicious Facebook digg twitter linkedin myspace
tell your friends:
Artista:   AKB48  
fonte:  JPop Asia
Le AKB48 sono state ufficialmente riconosciute come best-selling female artist in tutta la storia del Giappone.

L'ultimo singolo della band: #Sukinanda, uscito il 30 agosto, ha venduto la bellezza di 1.089.288 copie. A certificarlo è stato Oricon.

Con quest'ultimo singolo, le AKB48 arrivano a quota 51.298.000 (avete letto bene: cinquantuno milioni), battendo il precedente record di Ayumi Hamasaki di 50.675.000 copie.
Entrambi i record sono da intendersi inerenti alle vendite di tutta la carriera musicale.

Con questo record, le AKB48 diventano la 3° best-selling band di tutti i tempi, superando la Hamasaki. I secondi sono i Mr.Children, con 59.535.000 di copie vendute.

Al primo posto, per ora irragiungibili, ci sono i B'z con oltre 80 milioni di copie vendute.
Per le AKB48 è previsto un buon secondo posto nel giro di due anni.
autore: Roberto
delicious Facebook digg twitter linkedin myspace
tell your friends:
Artista:   Deviloof  
fonte:  JRock News
I Deviloof hanno scritto ieri su Twitter che avrebbero annunciato in serata stessa l’arrivo di un nuovo membro ed i fan curiosi hanno voluto prontamente sapere chi fosse.

Bene, l’annuncio è stato fatto più tardi nello stesso giorno, i fan non hanno dovuto aspettare poi molto, sono stati presto informati dell’aggiunta della chitarra a 7 corde suonata da Ray!
Con l’annuncio è stata caricata anche una foto (vedi accanto), in cui la band mostra che il chitarrista aveva già suonato con loro come supporto molte volte durante gli anni scorsi.

Quindi i fan che seguono la band da molto non sono rimasti molto sorpresi.
Ray è un chitarrista 21enne che occasionalmente ha ricoperto anche il ruolo di cantante, difatti è stato accreditato come “7strings & Vocal” nel tweet.

Ray viene aggiunto in formazione dopo l’addio del chitarrista Ryuya, che ha lasciato i Deviloof per unirsi ai DIMLIM.
E oltre all'arrivo di Ray, sarete contenti di sapere che ci sono altre novità; infatti la band ha già annunciato il loro primo album per il prossimo Novembre!
autore: Rita
delicious Facebook digg twitter linkedin myspace
tell your friends:
Date: 2017.09.07
 Artista 
Artista:   Tackey & Tsubasa  
fonte:  JPop Asia


Il duo Idol Tackey & Tsubasa ha annunciato che si prenderà una pausa a partire da questo mese.
Nel comunicato, i due ragazzi hanno menzionato le direzioni differenti che vogliono intraprendere come motivo centrale che li ha portati a decidere un periodo di hiatus.
La loro agenzia ha poi aggiunto che i due hanno iniziato ad avere problemi come duo già da qualche anno, a causa dei problemi all'udito di Tsubasa Imai.

L'ultima attività del gruppo sarà il 17 Settembre, quando si esibiranno al "MUSIC STATION Ultra Fest 2017". Dopo di ciò, i due si dedicheranno alle rispettive carriere soliste.

Lo hiatus non vuole essere una cosa definitiva. Hanno ripetuto più volte di non volere uno scioglimento, e hanno rimarcato il loro desiderio di tornare insieme in futuro. Ad ogni modo, non sanno neanche quanto sarà lunga questa pausa di riflessione.

Tackey & Tsubasa hanno debuttato l'11 Settembre 2002 con il loro singolo Hatachi.
La loro agenzia si scusa per l'improvviso annuncio di hiatus coincidente proprio con il loro 15° anniversario.
autore: Roberto
delicious Facebook digg twitter linkedin myspace
tell your friends:
Date: 2017.09.02
 Artista 
Artista:   Deviloof  
fonte:  JRock News
Come annunciato in precedenza, i Deviloof hanno annunciato via twitter un Tour Europeo per il 2018. Ciò che non hanno detto però, è che l'organizzazione di questo tour è ancora in fase di sviluppo! Ciò significa che non ci sono ancora date disponibili.

Hanno anche aggiunto che ulteriori informazioni giungeranno presto, ma a questo punto, crediamo sia meglio per tutti di abituarsi all'idea che ci vorrà ancora un po' prima che qualche notizia più significante venga alla luce.

La cosa di cui dobbiamo rallegrarci tutti è che i Deviloof stanno pensando anche ai loro fan d'oltreoceano, senza lasciare nessuno indietro.

I Deviloof sono ancora relativamente nuovi sulla scena; hanno solo un mini-album all'attivo uscito un anno fa, il 30 Agosto 2016, e i due singoli RUIN e ISHITAR. Il 22 Ottobre sono rimasti senza chitarrista, dopo la dipartita di Ryuya e, poco dopo, hanno annunciato uno hiatus per concentrarsi meglio sulle registrazioni dell'imminente full-length album. Ora che sono tornati, sono di nuovo in azione con un logo tutto nuovo.


autore: Roberto
delicious Facebook digg twitter linkedin myspace
tell your friends:
Artista:   Deviloof  


Già in Aprile i Deviloof avevano annunciato di prendersi un periodo di hiatus per concentrarsi meglio sulle registrazioni delle loro prossime uscite.

Oggi, a quattro mesi di distanza, la band ha aggiornato il profilo Twitter con una data misteriosa: il 1° Settembre, con le sole parole "coming soon...".
Sembrerebbe scontato pensare che quel giorno verrà dato un senso a questo hiatus e verrà annunciato qualcosa di nuovo, ma tuttavia, tutto può succedere.
Qualunque sia il tema di questa misteriosa data, sarà sicuramente un giorno da non dimenticare per i fan dei Deviloof!

È anche apparso il nuovo logo della band, disegnatodall'artista Toshihiro Egwa, che ha lavorato anche per altre band di successo come BABYMETAL, SiM e per i SUICIDE SILENCE.

Di seguito, il Tweet con l'annuncio della data misteriosa e il nuovo logo:




autore: Roberto
delicious Facebook digg twitter linkedin myspace
tell your friends:
Date: 2017.08.26
 Artista 
Artista:   DEXCORE  
fonte:  JRock News


Una notizia cattiva e una buona per la band DEXCORE.
Sebbene abbiano perso il bassista un paio di mesi fa, dopo il concerto del 5 Giugno, hanno guadagnato ben due new entry.
I due nuovi arrivati sono il bassista to-ru e il chitarrista haku sono stati confermati in formazione il 20 Luglio, dopo che fino ad allora erano stati membri di supporto.

Dopo questo cambio, la band ha anche optato per un refresh del logo, passando dal tradizionale "dexcore" in stile typewriter, al maiuscolo "DEXCORE" con un carattere più heavy-metal, sempre affiancato da un cuore umano meccanizzato.



La band ha anche annunciato che pubblicherà una nuova canzone nel proprio canale ufficiale di Youtube ogni Lunedì, dal 6 Marzo all'8 Maggio. Ciò significa, sicuramente, che hanno praticamente un album pronto al lancio.


Qui sotto: le prime tre canzoni, above the clouds, A.S.H e noise






Per informazioni:
Sito Ufficiale: http://dexcore.jp/
autore: Roberto
delicious Facebook digg twitter linkedin myspace
tell your friends:
Artista:   X Japan   Yoshiki  
fonte:  VOGUE JAPAN
Yoshiki apparirà sulla copertina di VOGUE JAPAN e sarà il primo uomo nella storia a cui la popolare rivista dedicherà una copertina

Il leader degli X Japan infatti, apparirà sulla copertina del numero di Ottobre 2017 dell'edizione giapponese di VOGUE. In diciotto anni di storia della rivista, la copertina era stata dedicata solo a personaggi femminili. Anche perché VOGUE è la rivista più importante dedicata alla moda femminile, pubblicata in 22 paesi in tutto il mondo. Il numero di Ottobre avrà la copertina in uno speciale tema "Rock Star" e Yoshiki è stato scelto in quanto alto rappresentante della categoria.

La photo-session, tenutasi a New York City i primi di Giugno, è stata la prima apparizione del famoso pianista, batterista e compositore da dopo la sua operazione alle vertebre del 16 Maggio scorso.

Yoshiki stesso dice di aver dovuto aspettare (con ansia) tre settimane di convalescenza prima di potersi recare a New York (per gli scatti) da Los Angeles, per ordine del medico.
La cover-shoot è stata diretta dal duo di fotografi di moda Luigi & Iango, al secolo l'italiano Luigi Murenu e lo svizzero Iango Henzi, una delle coppie di fotografi più famose del mondo, autori di numerose copertine importanti, tra le quali Vanity Fair e i-D, e di famose campagne per Dior, Tom Ford Beauty, Versace Jeans e Cartier.

Ad affiancare Yoshiki in copertina, troviamo la super modella argentina Mica Arganaraz, che fu nominata modella solista per la campagna di Prada 2014, e che ha sfilato sulle passerelle per nomi importanti come Luis Vuitton, Miu Miu e Stella McCartney

Grazie anche a questa copertina di VOGUE, Yoshiki è ancora di più sotto i riflettori mondiali. Ricordiamo i recenti successi ottenuti al Carnegie Hall di New York con lo Yoshiki Classical Solo Piano Concert e al Wembley Arena di Londra con il concerto degli X Japan.

Ricordiamo anche che gli X Japan sono attualmente in studio per registrare il primo album dalla reunion del 2008, dopo oltre 21 anni dall'ultimo (DAHLIA).

VOGUE JAPAN - Copertina Ottobre 2017 - CREDITS
Fotografia: Luigi & Iango
Fashion Editor: Patrick Mackie
Parrucchiere: Luigi Murenu
Assistente Parrucchiere: Hikaru Hirano
Makeup: Yumi Lee at Streeters
Manicure: Gina Edwards at Kate Ryan Inc. using Maxus Nails
Casting: Piergiorgio Del Moro for DM Casting at Exposure NY
Special Guest Star: Yoshiki
Modella: Mica Argañaraz
Produttore: Paul Preiss at Preiss Creative
Styling Assistant: Diana Choi

Yoshiki Network Links
Sito Ufficiale: http://www.yoshiki.net
Facebook: https://www.facebook.com/YoshikiOfficial
Twitter: https://twitter.com/yoshikiofficial
Instagram: https://www.instagram.com/yoshikiofficial
Canale YouTube: https://www.youtube.com/user/yoshikiofficial
autore: Roberto
delicious Facebook digg twitter linkedin myspace
tell your friends:
Artista:   VAMPS   HYDE  
Dopo aver annunciato il loro tour in Nord America, il 1 Agosto, i VAMPS hanno aggiunto una data: 26 Settembre al "The Roxy"; lo stesso locale in cui, nell'autunno del 2015, fecero sold out.


Contemporaneamente all'annuncio della nuova data, la band ha anche annunciato il lyric video della title-track dell'album: UNDERWORLD



Durante i concerti di questo tour promozionale, i VAMPS eseguiranno brani dal loro ultimo album "UNDERWORLD", incluso il singolo "Calling".


Prodotto da Howard Benson (Papa Roach, Chris Cornell) e Kane Churko (in This Moment, Five Finger Death Punch), questo nuovo album vede la band alzare il tiro sul proprio sound con canzoni come "Inside of Me", con ospite d'eccezione Chris Motionless dai Motionless in White, "Rise or Die", scritta insieme al chitarrista degli Emigrate e dei Rammstein Richard Z. Kruspe, "Sin in Justice", in collaborazione con gli Apocalyptica e "Break Fire", insieme a Kamikaze Boy, dei Man With A Mission.



Chissà che in America i VAMPS non trovino una nuova seconda casa. Per il momento godiamoci l'album! Decisamente dal gusto molto rock occidentale!
autore: Roberto
delicious Facebook digg twitter linkedin myspace
tell your friends:
Date: 2017.07.11
 Artista 
Artista:   DIR EN GREY  
Vi ricordate sicuramente di Snoopy, il simpatico bracco creato da Charles M. Schulz, protagonista di innumerevoli storie a fumetti, strisce e cartoni animati alla TV, meglio conosciuti come i Peanuts?
Beh, Toshiya, famoso bassista dei DIR EN GREY, ha da poco annunciato la sua collaborazione con la Vintage Peanuts per il il suo brand DIRT 100% Dissolutive Dirty Line. Il popolare bassista ha deciso di far partire questa collaborazione dopo il successo della precedente campagna con i GREMLINS (dal popolare film di fantascienza degli anni '80).

La nuova linea Peanuts ha come tema la "moda divertente che si coordina coi genitori". Per gli adulti saranno disponibili solo T-Shirt, mentre per i bambini, ci sarà una vasta scelta tra T-Shirt, bavaglini e pagliaccetti.
La vendita online inizierà da Lunedì 10 Luglio 2017, alle 20:00 ora locale del Giappone.









autore: Roberto
delicious Facebook digg twitter linkedin myspace
tell your friends:
Date: 2017.05.22
 Artista 
Artista:   Hamasaki Ayumi  
fonte:  AnimeClick
Ayumi Hamasaki, diventerà presto sorda.
I problemi all'orecchio sinistro che accompagnano la popolare pop-star, idolo di teenager e non, da ormai quasi 10 anni si stanno facendo sempre più gravi e a causa di ciò, stanno compromettendo anche all'orecchio destro.

Dopo che, nel 2008, le venne diagnosticata la brutta infezione all'orecchio sinistro, i dottori le consigliarono di interrompere immediatamente la sua attività musicale ed evitare i forto rumori. Ma lei, per amore della musica, decise di continuare lo stesso; pur sapendo il destino cui sarebbe andata incontro.

Chiamatela pure incoscienza, irresponsabilità, cocciutaggine...chiamatela come volete, ma io la chiamo "vera passione". Vero amore per ciò che si sta facendo.
Già nel 2008 la Hamasaki poteva campare quasi di rendita.

Poteva smettere di cantare e dedicarsi ad altro...avrebbe potuto diventare un'opinionista musicale, una talent-scout, una giornalista musicale, attrice...quello che voleva.
Ma lei aveva in testa solo la musica, e quindi ha deciso di rimanere federe alla sua grande passione.

Personalmente, non me la sento di criticarla perché per me lei è l'incarnazione di ciò che vuol dire "amare quello che fai". Analogamente a Yoshiki, che continua a suonare la batteria nonostante le sue condizioni alla spina dorsale.

Nel suo blog all'interno del fanclub, ha annunciato:
"Dopo vari test dell'udito mi è stato comunicato che il mio orecchio destro (il quale ho sfruttato sempre di più per compensare alla sordità dell'orecchio sinistro) si sta indebolendo velocemente

Ho provato dei mal di testa paralizzanti. Non ero nemmeno capace di camminare in una linea retta ed ho vomitato spesso in sala prove. Ricordo che mi chiedessi come io, come cantante, potessi far fronte a due orecchie inutili. Ero completamente al buio".


In bocca al lupo Ayu, per tutto.
autore: Roberto
delicious Facebook digg twitter linkedin myspace
tell your friends:
Date: 2017.05.18
 Artista 
Artista:   Yoshiki   X Japan  
fonte:  Comunicato Stampa
Riportiamo di seguito la traduzione del comunicato stampa ufficiale del management di Yoshiki riguardo gli aggiornamenti sul suo recente intervendo alla spina dorsale

Yoshiki, batterista degli X Japan, ha subito un intervento di ricambio del disco artificiale lo scorso Martedì 16 Maggio 2017, presso il Cedars-Sinai Hospital di Los Angeles. L'operazione si è conclusa con successo.

Gli era stata diagnosticata una "Stenosi Foramnale Cervicale" (radioculopatia del braccio sinistro ed ernia del disco ai livelli C5-C6) dovuta alla sua intensa attività di batterista rock. L'intervento è durato diverse ore, diretto dal Dr. Neel Anand. Yoshiki è ora in condizioni stabili.
Secondo i dottori, avrà difficoltà a parlare ancora per qualche tempo. Riacquisterà appieno la sua voce nei prossimi mesi.

L'incisione si remarginerà parzialmente nelle prossime 6 settimane, mentre nei prossimi 6 mesi il recupero (parziale) sarà al 90%. Per il recupero totale, invece, il tempo previsto è ancora sconosciuto.

Di norma, Yoshiki sarebbe dovuto rimanere in ospedale per almeno qualche giorno dopo l'intervento. Tuttavia, subito dopo il risveglio, ha espresso la volontà di mettersi subito al lavoro su una nuova canzone che ha scritto la notte prima dell'intervento. Dopo aver persuaso il dottore a rilasciarlo solo poche ore dopo l'intervento, si è recato subito allo studio rimanendoci una mezz'oretta.
Comunque, date le condizioni critiche del dopo intervento, sarà sempre scortato da un team di infermieri di accompagnamento e dal suo staff, fino al recupero totale.

Riguardo l' X Japan World Tour 2017 - We are X previsto per Luglio, le date dello Yoshiki Premium Dinner Show previste per Agosto e Settembre, e altre date del tour mondiale degli X Japan, le decisioni saranno stabilite in base al suo recupero. Speriamo di poter fare un annuncio ufficiale al più presto.

Ringraziamo tutti per i messaggi di supporto arrivati da tutto il mndo. Allo stesso tempo, Yoshiki si scusa profondamente con tutti per gli inconvenienti causati dalla sua salute.

- IL MANAGEMENT
autore: Roberto
delicious Facebook digg twitter linkedin myspace
tell your friends:
Date: 2017.05.14
 Artista 
Artista:   Yoshiki   X Japan  
L'intensa e frenetica attività di batterista degli X Japan è costata non poco, negli anni a Yoshiki.
Il fondatore di una delle band più famose del Giappone infatti, deve urgentemente ricoverarsi per un' operazione al collo durante la quale gli verrà impiantato un disco cervicale artificiale.

Tutti ricordiamo i capitomboli sul palco dallo stand della batteria dopo ore intense di concerto, ma stavolta la situazione è più delicata.
Il suo management, dopo aver parlato coi medici, ha detto che questo tipo di problema porterebbe al ritiro dalle scene anche un giocatore professionista di rugby.

Per il momento dobbiamo solo incrociare le dita e pregare per Yoshiki, che sosterrà l'intervento il prossimo 16 Maggio, a Los Angeles.

Tutti i concerti programmati degli X Japan sono, ovviamente, stati rinviati.

Sul suo sito ufficiale Yoshiki ha annunciato:
"Mi opererò al collo la prossima settimana.
Stavolta mi apriranno il collo da davanti e inseriranno un disco artificiale tra le me vertebre. Sono un po' spaventato, ma ce la farò".


autore: Roberto
delicious Facebook digg twitter linkedin myspace
tell your friends: